PIOTR BRANICKI E' UN GIOCATORE DELL'AVEZZANO. SI ASPETTANO SOLO I TEMPI TECNICI PER LA FIRMA DEL CONTRATTO FEDERALE

match

IN DIECI PER 75', L'AVEZZANO SBANCA SAN SALVO

Partita vibrante e bella da vedere quella andata in scena oggi al “Bucci” tra il San Salvo e l’Avezzano. Il tecnico biancazzurro Gallicchio, che deve rinunciare agli squalificati Felice e Sasso, può recriminare per le tante occasioni sprecate dai suoi e per qualche sbavatura difensiva che ha portato alla vittoria di un Avezzano molto cinico. Al “Bucci” nessun tifoso ospite presente a causa della trasferta vietata ai supporters marsicani da parte delle autorità competenti.


Alla prima vera azione gli ospiti passano in vantaggio (7'), sugli sviluppi di una punizione, grazie ad un tiro di Moro lasciato incredibilmente solo in area dalla difesa sansalvese. Un minuto dopo trema ancora il San Salvo ma Lepre calcia alto da due passi. Quattro minuti dopo è Lepre che a portiere battuto spreca malamente.
Giuliano e compagni cercano di uscire fuori e si rendono pericolosi prima con un tiro di Cappelletti, bloccato da Di Girolamo, e poi con Quaranta che non aggancia da due passi un bel pallone fornitogli da Marinelli.
Al 21’ ancora i locali sfiorano il pareggio ma Antenucci manca l’aggancio a pochi metri dalla porta ospite. Quattro minuti dopo l’episodio che potrebbe cambiare il match: Venditti commette fallo su Lapiccirella, il direttore di gara estrae il secondo giallo e il rosso per il giocatore marsicano. Per il tecnico Torti una brutta tegola che condizionerà tutta la partita.
Il San Salvo prende coraggio e sfiora il pareggio con un tiro di Marinelli bloccato a terra da Di Girolamo e con il giovane Cappelletti sempre attivo sulla corsia di destra. Alla mezz’ora Di Pietro calcia la sfera, Antenucci a due metri dalla linea di porta devia incredibilmente alto per la disperazione dei tifosi sansalvesi.
Al 41’ arriva la beffa per il San Salvo: Catalli lasciato solo in area come in occasione del primo gol, tira a colpo sicuro e trafigge Raspa. I biancazzurri non si deprimono e accorciano le distanze al 46’ grazie ad un tocco ravvicinato di Di Pietro.
Nel secondo tempo si gioca nella metà campo dell’Avezzano, con i giocatori ospiti che cercano di addormentare la partita e perdere tempo in ogni azione. Al secondo della ripresa grande colpo di testa di Antenucci, l’estremo difensore riesce a bloccare la sfera innescando le numerose proteste dei locali perché la palla era apparsa al di là della linea di porta.
La partita cresce di intensità e il San Salvo domina la gara in lungo e in largo. Al 15’ sugli sviluppi di un corner, rovesciata da manuale del calcio di Antenucci ma la palla si stampa sulla parte interna della traversa, tra le imprecazioni dei biancazzurri. Un minuto dopo sempre i locali protestano con Falasca, in giornata no, per un calcio di rigore su Cappelletti.
Ancora uno scatenato Antenucci ci prova al 23’ ma il suo tiro termina fuori. Il San Salvo insiste e la difesa ospite si salva con qualche affanno su un incursione in area di capitan Giuliano. Ad un quarto d’ora dal termine, calcio di punizione di Quaranta e stacco aereo di Antenucci ma il bravo Di Girolamo si salva in angolo.
Il tecnico Gallicchio sostituisce, tra qualche perplessità dei presenti, Giuliano e Di Pietro, i migliori tra i biancazzurri, con Tamburrino e Costantini. Fino al 94’ sono ancora i biancazzurri a rendersi pericolosi ma al triplice fischio è la squadra del presidente Paris ad esultare per i preziosi tre punti conquistati. Domenica i biancazzurri, ancora privi di Sasso e Felice, saranno impegnati a Alba Adriatica, mentre la capolista Avezzano ospiterà il coriaceo Civitella Roveto.
Luca Di Sciascio (www.abruzzocalciodilettanti.it)